ricordo

ricordo
specchiandomi nella vetrina
una piazza Malvezzi
allegra e sbarazzina
portavo i calzoni corti
ed era la via più breve
per l’oratorio
poi il tempo è passato
e le lunghe partite a biliardo
al mitico Caffè Italia
poi è venuto il tempo della cioccolata calda
le giornate di mercato
quello del Martedì
la folla era imponente
non si passava nelle vie
poi si andava tutti insieme
ad assaggiare il formaggio
magari accompagnato da un frutto
e lei la venditrice di limoni
era sempre lì
nel suo cantuccio
tendeva la mano
ti offriva il suo tesoro
è passato il tempo
è volato via
“piacer figlio d’affanno”
ma lo hanno già detto
io mi limito solo a ripeterlo.

 

 

 

 

< HOME

AGENZIA IMMOBILIARE FARINA di Eugenio Farina Cod. Fisc. 03778550982

Project by Graffiti2000

eugeniofarina@gardapoesie.com