Non è stato facile gridare al mondo

Non è stato facile gridare al mondo
l’amore che ho per te
e la sera tardi nel mio letto
stringo forte a me
quel magico ricordo che ho di te
io canto il vero
poeta menestrello incantatore
io rimango solo
con la mia fantasia
annodando trecce di corda nella torre vuota
il buco nel muro del tempo
lascia passare nuvole grigie
le cavalca un grande cow-boy
che cappello grande
ecco si apre la caccia al bisonte
seguiamo le tracce
scende la nebbia sulla mia follia
meglio tornare a casa
cucitemi le labbra
cucitemi le labbra
che le mie grida blasfeme finiscano
mi si dipinga di un solo colore
e che sia finita.

 

 

 

 

< HOME

AGENZIA IMMOBILIARE FARINA di Eugenio Farina Cod. Fisc. 03778550982

Project by Graffiti2000

eugeniofarina@gardapoesie.com