Introduzione

Vecchia soffitta di Arco

Nel centro della sala

Come un bambino antico

La sedia è vuota

Balocchi piccini

Un attimo di illusione

Mentre assonnato mi lascio cullare

Esile e slanciato

Ascoltando i rumori del borgo

Sognando da sempre

Non ha confini

Fregi colorati

Colori delicati e un poco sfuocati

Pensieri sparsi

Cadono le foglie

Come una regina in esilio

Quadretti fioriti

Cristallo meringa

Le primule sul tavolo del salotto

Un suono improvviso

Oggetti bianco antichi

La casa in riva al lago

Ascoltando una musica lontana

Lentamente l’acqua lambisce le sponde

Le scimmie

Quali pensieri

Guardando dalla finestra aperta

Le strade deserte

Chiuso in una scatola

Bambina tra i vialetti del parco

Madre

Il giorno si apre con il sorriso della tristezza

I cespugli gialli

Odore di viole portate dal vento

Chiedere al tempo

Con i tuoi tristi pensieri

Osservando il volo di un gabbiano

Guardando le nuvole

Le nuvole corrono portate dal vento

I colori delle vesti

Ti viene incontro

Stavano rifacendo il nido

Era quella bambina dai capelli lunghi

Gelosa custode dei tuoi vent’anni

Improvvisamente

Ogni volta che guardo il tuo viso

Quando c’incontriamo

Carezze del vento

Non è stato facile gridare al mondo

Sono stati i tuoi grandi occhi

E l’immagine del tuo viso

Mi accorgo del passare del tempo

Riguardandoti nelle immagini stampate

Esitare per passare lieve una carezza

Dimmi che vai pensando

Cerco dolcezza

I fiocchi di neve

Cade la pioggia

Colonne d’auto

Giallo

Sulla terrazza fiorita

 

 

 

 

< HOME

AGENZIA IMMOBILIARE FARINA di Eugenio Farina Cod. Fisc. 03778550982

Project by Graffiti2000

eugeniofarina@gardapoesie.com